mercoledì 4 marzo 2015

Evoluzzzione: tolleranza zero.


   Post breve, solo un aggiornamento del precedente.
   Mi ha scritto un biomeccanico di peso internazionale che lavora all'estero (e te credo!) in settori di assoluta avanguardia. Non vuole essere nominato ma mi ha autorizzato a riportare questo dal nostro scambio di mail:

"No, Lieberman no, ti prego! Hahahah!

Detto tra di noi: lui e tutti i patiti del barefoot (Irene Davis, per dirne un’altra) godono di una pessima fama tra gli addetti ai lavori (docenti e ricercatori in biomeccanica). Hanno tantissima presa sulla stampa “generalista”, ma in quanto a scientificità... Mah, diciamo che nel mondo accademico non sono considerati molto bene (per usare un eufemismo :).

Ti racconto questa scena: congresso mondiale di biomeccanica a Boston, l’anno scorso. Irene parla per 30 minuti di barefoot running, era l’ennesima sessione in cui lei e Lieberman raccontavano ‘ste storie e francamente eravamo tutti un po’ stufi (e ci chiedevamo come mai avessero lasciato tanto spazio a questi...). Alla fine del sermone, senza uno straccio di dato serio da far vedere, un medico (penso ortopedico o addirittura “solo” fisioterapista, non lo conosco bene) si alza e le fa: “Well, after all these speeches about barefoot running, let me say one thing. You all claimed huge things: better health, better performance and so on, but extraordinary claims would need extraordinary evidence. And I saw NOTHING”.

Applauso in sala e Davis senza parole. Una scena che ricordava Fantozzi e la corazzata Kotiomkim. :D"


18 commenti:

  1. Conferma il mio pensiero cioè il barefoot è marketing, moda e infradito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non commento... sono imparziale... :))

      Elimina
  2. Non sono un tecnico in biomeccanica ma me ne intendo un po' di costruzione e interpretazione di studi clinici. Ammetto che non sia facile metodologicamente fare uno studio di confronto in questo campo ma quello che mi è capitato di leggere circa i presunti benefici del barefoot running non ha evidenze importanti e significative. Molta "aneddotica", ma gli aneddoti non sono scienza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello che io combatto è l'assolutismo, l'atteggiamento "integralista religioso"... poi ci sono proprio errori plateali (alcuni già li ho anticipati nel post scorso), resta da sapere se fatti per ignoranza o per interesse.
      però cavolo, uno scie(me)nziato che ci spacca i testicoli da 15 anni co' sta roba non può ignorare certe cose...
      farò molti articoli su questi temi.

      Elimina
    2. Ma nella scienza medica di accanimento a sostenere teorie che non hanno riscontro certo è pieno di esempi. Da quanti anni si parla di test per le intolleranze, di iridologia, omeopatia ecc.

      Elimina
  3. stanno a spara' supercazzole running ?

    RispondiElimina
  4. lo fanno jamaicani e keniani..
    poi non so se per "barefoot" intendono le scarpe della vibram

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no vale',
      meno male che non sei addentro alle segrete cose dei fondisti internettari...:)
      non intendono farsi la corsetta a piedi nudi dell'africano "come cervo uscito di foresta".
      a parte che lieberman è proprio foraggiato dalla vibram... ma hanno creato un'antropologia, un'ideologia, una RELIGIONE... che avvolge ogni aspetto... addirittura una teoria evoluzionistica (vedi mio ultimo post).
      "tutti devono correre sempre a una cadenza di 180 passi/min"... lo fanno jamaicani e keniani?
      "tutti devono sempre inclinarsi in avanti"... lo fanno jamaicani e keniani?
      "tutti devono sempre appoggiare sotto il cdm"... lo fanno jamaicani e keniani?
      ti rispondo io: NO. nessuno poggia sotto al cdm, manco bolt. i mezzofondisti poi poggiano 20-30cm avanti.

      Elimina
  5. Perché nn discutiamo delle Newton?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tema interessante... penso che ci faro` un post...

      Elimina
  6. Salve "Corsaro", ho appena scoperto questo blog interessantissimo.
    Mi piacerebbe pubblicarne l'indirizzo nel mio blog tra i blog che seguo.
    Io, personalmente non credo moltissimo nel barefoot, e comunque alla domanda del perchè nessun maratoneta top corra con scarpe minimal non ho mai avuto risposte esaustive

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma certo, blogrolliamoci appassionatamente, ahah!
      qual'è il tuo blog?

      Elimina
  7. Risposte
    1. ti blogrollo... e mica male la gara di parabiago!

      Elimina
    2. non sono riuscito a blogrollarti... boh... poi ci riprovo.

      Elimina
  8. Leggo con piacere queste riflessioni ma esco un attimo dal tema: Avast ogni volta mi dice che nel sito c'è un malaware ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem per me, ad ogni pagina del blog che apro mi esce un warning (sempre di Avast).

      Elimina