venerdì 9 gennaio 2015

Alimentazione: la mia colazione brasileira.


   Da quando vivo in Brasile mangio in modo un po' differente, la dieta brasiliana è spontaneamente in "zona", si mangia più proteico e meno carboidratico (famosi i loro "churrascos")... beh salvo i loro tipici carichi extra di carboidrati tramite... birra. E' uno strano spettacolo vedere gli atleti, alla fine di una gara, invadere come formiche i bar circostanti e vai con la birra a fiumi! Di mattina...
   Si usa poco la pasta e la base è costituita dalla triade riso bianco, fagioli e carne; nessun brasiliano si siede a tavola se manca uno di questi tre elementi. E siccome il riso bianco è meno buono della pasta, ne mangi poco e quindi assumi meno carboidrati. Mangio pasta solo un giorno a settimana, in genere dopo un allenamento lungo, ma non perchè non mi piaccia o a causa di certe ideologie alimentari modaiole, ma semplicemente perchè mi adatto ai costumi del luogo e perchè non amo cucinare... la pasta non la puoi lasciar fare a una brasiliana (in compenso lavo i piatti... lo dico così non verrò scorticato vivo dalle femministe).

   Non sopporto i discorsi talebani tipo "questo è sano... questo è naturale... questo è sbagliato... questo è malato... questo è criminale", quindi parlo in via del tutto personale: mi sono abituato a certi concetti della "zona", ad esempio alla presenza di tutti e tre i macronutrienti (carbo, proteine, grassi) in tutti i pasti, colazione compresa; se dissocio gli elementi non mi sento bene. Bisogna dire che già la mamma pugliese mi aveva ingenuamente introdotto a questa pratica e ho sempre fatto colazioni molto abbondanti, non sono proprio il tipo da un caffè e via.
   Ma la zona va bene per sedentari che devono dimagrire alla svelta, per noi runners deve essere integrata da carichi extra di carboidrati... ma allora non è più così zona e si avvicina alla dieta mediterranea, la quale poi è da definire per bene. Infatti, in ossequio a certe mode, leggo in giro "la dieta mediterranea è quella ricca in verdure, olio d'oliva e pesce"... mah... la mia stirpe viene da un paese pugliese a 10km dal mare e pesce non ne mangiavano mai, al limite ogni tanto le cozze. E poi si facevano quantità industriali di pane e pasta (ovvove ovvove!!!). Proteine soprattutto da polli e conigli (ovvove ovvove!!!). Invece per verdure e olio i conti tornano.

   Qua in Brasile mi alzo prestissimo, alle 4.30 e alle 5'30 esco a correre perchè dopo le 7 non si può correre, 30°, u.r. 99% e sole già alto. Due volte provai a correre alle 9 e entrambe le volte mi venne la febbre a 39 immediatamente dopo la seduta... poi vabbè, questi li vedi correre alle 14...
Così alle 4.30 mi faccio una pre-colazione: caffè (ultraleggero) con 2 cucchiaini di zucchero (ovvove ovvove!!!) e una fetta biscottata con marmellata.
Dopo la corsa è la volta della colazione pantagruelica:

 - caffelatte
 - 2 cucchiai di soia sgrassata (52% proteine, 37% carbo)
 - 1 panino con olio e sale
 - 1 panino con marmellata
 - 1 fetta di prosciutto
 - 1 fetta di formaggio
 - 3 noci o equivalente frutta secca.
 - frutta

   Poi alle 10 spuntino.
   Ho tendenza a dimagrire, allora ho studiato un po' e ho trovato una soluzione adatta per me: nelle 4 ore tra colazione e pranzo mi faccio un litro d'acqua con mezzo limone spremuto e 50g di zucchero (ovvove ovvove... un po' quello che fanno i keniani di Canova, vabbè loro ne usano 200g, corrono tanto), in questo modo sono riuscito a risolvere il problema, 200 calorie "aggratise", senza appesantire lo stomaco (ma di questo ne riparleremo) e senza bevande isoqualcosa.
   Insomma uso soluzioni pratiche, cibi facilmente reperibili, popolari e a buon mercato. Tanto a buon mercato che il prezzo a volte è zero: spesso la frutta la tiro giù dagli alberi di mango e jaca al parco dove mi alleno, ahah!
   E voi che fate a colazione? Vai col sondaggio.

109 commenti:

  1. Apro io la chiacchierata.....bicchiere colmo di latte parzialmente scremato, tre fette biscottate con miele o marmellata senza zuccheri aggiunti, a volte caffè;spuntino delle 10 con yogurt o banana o barretta light.
    Se corro al mattino prima dll'allenamento una fetta con miele, al ritorno come sopra:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mai provato a mettere qualche proteina in più?

      Elimina
    2. aggiungere le proteine nella colazione mi ha cambiato la vita, panino prosciutto o uova sode 2/3 a sett. ....ah se mangiavo così quando ero nella Califfo team...aaaah che disdetta! ciao mister...Corsaiolo!!! Emanuel

      Elimina
    3. @anonimo: in che senso ti ha cambiato la vita? Ti senti "più carico" (più "energie") durante il giorno? Oppure hai un riscontro sulle prestazioni della corsa o del tuo peso?

      Elimina
    4. si può sempre provare, mi piace sperimentare cose nuove....:) tipo? Il pollo arrosto alle 7 però è un po un casino...;)

      Elimina
    5. micro,
      va bene anche la coda alla vaccinara :))

      Elimina
    6. emanuel,
      il gruppo cresce e si rafforza... vedi di rientà che o corsar'ashpiett'a tte :)
      è appena entrato l'amico tuo!

      Elimina
    7. luc, ho avuto la notizia proprio oggi dal mio amico, la mia risposta è stata: mo so caxxi tuaaaa!!!! ahahah credo che sia solo una fortuna incontrarti ed essere allenati da te!!! mi manca da matti la fatica!
      per quanto riguarda il mio rientro credo che sia un miraggio, le caviglie sarebbero da operare tutte e due, ho visto le RM e non riesco a capire come ho fatto a correre in tutti questi anni...vabbuò la vita va così, però la speranza c'è sempre!
      @gobbez chippz: mi ha cambiato la vita nel senso che mi sento più in forza, poi rispettando gli spuntini fra i pasti principali sono più sazio e sicuramente ho un'alimentazione più completa, purtroppo a livello sportivo e prestazionale non ho riscontri per i motivi detti sopra. aimè!!!

      Elimina
    8. se no fai come pistorius (ma senza sparare alla compagna eh! ihih!)

      Elimina
  2. Da un annetto mi posso allenare solo in pausa pranzo, dal lunedì al giovedì, dovendo rinunciare ad un pranzo vero e proprio.
    Quindi la colazione, che per me è sempre stata importante, lo è diventata ancor di più. E proprio perchè è un vero e prorpio pasto avverto la necessità di variare: la base fissa per me è una tazza di latte e caffè doppio (senza zucchero chè non mi piace). Poi a rotazione utilizzo cereali, fette biscottate con marmellata e miele, biscotti secchi, qualche volta qualche frollino, qualche volta una torta (o ad esempio durante le recenti vacanze una fetta di panettone), ma non disdegno nemmeno il salato proteico: mi piace ogni tanto un panino col prosciutto o col formaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho visto brasiliani mangiare pollo arrosto alle 5 di mattina... in una stazione di servizio presso salgueiro, interno del pernambuco, 1000km dal mare...

      Elimina
    2. bizzarro...ma intrigante. Non mi dispiacerebbe provare......

      Ma accompagnavano con una birra?

      Elimina
    3. oddio... m'è venuto un dubbio... e se per loro era la cena???
      erano camionisti...

      Elimina
  3. E io che pensavo che i tedeschi facessero le colazioni più "strane"! Il pollo arrosto alle 5 non si più vedere!!

    La mia colazione è ridicola rispetto a voi. Biscotti (integrali) e un succo di frutta. Stop.

    RispondiElimina
  4. io corro a digiuno al mattino e poi mangio 1 parte salata ( toast con bresaola o affettato di tacchio /pollo o 2 uova ) the o latte /soia , fette biscotatte mermellata e 3/ 4 noci , meta' mattina yogurt e mandorle

    RispondiElimina
  5. Invidio la possibilita` di cogliere e mangiare frutta dall'albero...ho un orto e posso farlo con la verdura, ma niente frutta (tranne fragole).
    Ho letto un paio di libri di Sears, condivido alcuni principi della dieta a zona (equilibrio insulina/glucagone, controllo eicosanoidi, motivazioni evoluzionistiche) e cerco di mangiare sempre insieme carboidrati, proteine e grassi.
    La mattina normalmente ho i minuti contati: caffe`, un paio di fette biscottate con miele o marmellata, frutta secca proteico lipidica (mandorle, nocciole o pistacchi), in questo periodo una spremuta d'arancia, un frutto fresco se faccio in tempo.
    Se mi alleno la mattina presto (molto raramente) faccio colazione dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se hai fretta anche la sola frutta secca serve.
      le motivazioni evoluzionistiche m'arimbarzano... ogni dieta ha le sue, opposte a quelle delle altre diete. per cui se una (al massimo) è giusta, tutte le altre sono sbagliate.

      Elimina
    2. Mah...per me la storia evoluzionistica dell'uomo e` abbastanza oggettiva, il punto e` l'interpretazione dei dati e le conclusioni che se ne traggono conseguentemente. Bisognerebbe entrare nel merito caso per caso... poi secondo me la personalizzazione conta anche nell'alimentazione come nell'allenamento

      Elimina
    3. senza dubbio... infatti ho specificato che le soluzioni adottate sono mie e basta.
      l'"evoluzionismo" poi... ne sappiamo pochissimo e ognuno le spara a seconda dell'ideologia che vuole affermare. pensa che qua in bras ci sono fior di scienziati sicuri (carbonio 14 eh...) che 35.000 anni fa già c'erano umani...
      i vegani dicono che i primitivi erano vegani, poi faccio na ricerchina e ci sono prove sicure della caccia 1.700.000 anni fa...
      i paleodietisti dicono che gli amidacei sono roba recente, poi faccio na ricerchina e ci sono pestelli con resti di crusca di 80.000 anni fa...
      non ci vedo tanta oggettività.

      Elimina
    4. Con un approccio ideologico ovviamente i dati possono essere strumentalizzati, ma e` come la storia del test 5x2000, una rondine non fa primavera.... umani 35.000 anni fa? Forse...e allora? Caccia 1.700.000 anni fa? Certo! L'uomo mangia carne da molto tempo, ma la caccia non e` l'allevamento, c'e` molta differenza... I vegani non possono negarlo, la loro e` una scelta "filosofica". Pestelli antichi? Si ma l'agricoltura e` un altra cosa... Alcune cose sono oggettive, altre meno... bisogna discernere

      Elimina
    5. erano solo esempi per dire che le teorie sul nostro passato sono molte, diverse tra loro, fumose...

      Elimina
    6. bè si dice che il gruppo sanguigno più antico è quello Zero, ed erano carnivori, quindi deduco che hanno inventato prima la porchetta del minestrone!!!!
      giusto Luc???

      Elimina
    7. io dico che erano onnivori... i carbo da qualche parte li dovevano prendere...

      Elimina
    8. Onnivori e frugivori, la caccia ai tempi era un tantino rischiosa... capitava che il macellaio fosse chiuso e ci si dovesse accontentare di frutta, bacche, radici...ogni tanto anche un po di digiuno

      Elimina
    9. la caccia grossa era (e ancora è fra gli indios) attività rischiosa e "di lusso" (però se beccavi un cervo ci mangiava tutto il clan pe na settimana). la caccia piccola meno rischiosa, la pesca ancora meno e la cattura di piccoli animaletti e insetti attività senza rischio e quotidiana.
      per il resto frutta, miele, tuberi ma anche piccoli orti.
      nelle regioni tropicali il digiuno era cosa rara o inesistente.
      la coltivazione estensiva è vero che si sviluppò nel neolitico, ma quella degli orti molto prima. perchè, in regioni dove non era necessario il nomadismo, era possibile seguire nel tempo la crescita delle piante. e l'uomo non era scemo, si accorse molto presto che da un fagiolo nasce una pianta di fagioli. moooolto prima del neolitico.

      Elimina
    10. Hai descritto esattamente il modello alimentare a cui mi ispiro, perche` lo ritengo il piu` vicino alla nostra conformazione evoluzionistica.
      Oh poi se mi capita di fesfeggiare ogni tanto con una pizza o con salsiccie e friarielli mica mi tiro indietro ;-) La flessibilita` e` fondamentale...

      Elimina
    11. 1) ti darò retta quando ti vedrò mangiare bruchi e lucertole
      2) più passa il tempo, più si fanno scoperte e più le date si spostano indietro, sto fantomatico "uomo primitivo" si allontana sempre più.
      3) l'"uomo primitivo" che mangiava bene viveva 35 anni, noi che mangiamo male 80... a quel tempo non c'era l'atletica master :))
      4) io dell'uomo primitivo me ne frego, oggi siamo 7 miliardi. semmai mi piacerebbe adottare altri suoi costumi:
      - andare in giro con la ciolla di fuori
      - sesso promiscuo
      - non mantenere moglie e figli post separazione
      - inesistenza di cellulari e whatsapp
      p.s. ma te non lavori con l'informatica???

      Elimina
    12. 1) la prossima volta al cantinone se sono nel menu
      2) piu` si va indietro e piu` diventa vero che mangiamo "diversamente" da troppo poco tempo
      3) difficile campare mediamente piu` di 35 anni nella savana o nella giungla seminudi, armati di lance e senza cellulare...
      4) dove devo firmare per adottare quei costumi?
      P.S. oggi lavoro con l'informatica, ma sono poliedrico ;-)

      Elimina
  6. Beato te Corsaro che tendi a perdere peso! Io sono goloso e mangio come una bestia, sono giusto di peso ma se non facessi sport diventerei un obeso. Anzi diventerei come mio fratello sedentario con il temibile grasso viscerale addominale, fattore di rischio cardiovascolare.
    A colazione caffelatte con un sacco di biscotti o pane e marmellata o miele e poi aggiungo qualche proteina, frutta secca, ricotta, salumi. Quando mi capita di fare colazione in albergo, con tutto quel ben di Dio a disposizione, sono veramente indecente e ingurgito il mio fabbisogno calorico di 3 giorni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. embè... quando è aggratise o già compreso nel prezzo si approfitta.
      io quando sto infortunato, se la cosa coincide con la mia annuale vacanza in italia (dove faccio pesi pesantucci) passo da 64 a 68 in 6 settimane... complici anche le 2 cene a settimana con amici e atleti. ma oltre 68 non vado. poi torno in brasile e mi sgonfio.
      le cene degli atleti romani? lo SCHIFO, ahahah!
      io dopo gli antipasti non ce la faccio più... però poi me tocca pagà come gli altri, mannagg... :))

      Elimina
    2. Ho ancora davanti agli occhi la cena al Cantinone la sera prima della martona di Roma di qualche anno fà! :) ...meno male che sapevo in partenza che la gara non l'avrei finita ;)

      Elimina
    3. a quei tempi ci contenevamo... poi siamo peggiorati :)
      no, il bello è che dopo 5 antipasti, 3 primi, 2 secondi e contorni (e grappe) escono dal ristorante e che inventano?
      "aho, mo' pe' digggeri' annamose a fa n'gelato!"
      li voglio ammazzare.
      invece a milano a maggio, una pizza e stop... magari sarà stato un caso, non so, giro poco a milano.

      Elimina
    4. Al cantinone c'ero, bella serata... mi sembra ci fosse pure Pizzolato.
      Lucia`, (mo qualcuno si arrabbia...) ma voi mette i romani coi milanesi?!?! Eddaje....

      Elimina
    5. pizzolato al cantinone?
      io l'ho conosciuto albe al cantinone ma non so se era la stessa occasione...
      comunque mo' mi faccio dare il pizzo dal cantinone :)

      Elimina
    6. fabio,
      comunque la colonna romana esagera! e maronn du carmn...
      ma non è che prima di andare al ristorante state 3 giorni senza mangiare???

      Elimina
    7. Per me è una cosa inconcepibile strafogarsi la sera prima di una maratona o di una qualsiasi gara che si reputi importante. Rischi di buttare via 3 mesi di preparazione per niente.

      Elimina
    8. ci fu uno mio che la sera prima della mara con gli amci si strafogò di pesce... notte insonne... tempo 5' peggio del preventivato.
      che vuoi fare, dice che i campi di rieducazione in siberia erano na cosa cattiva, ihihih!

      Elimina
    9. Luciano, io quella sera Pizzolato non l'ho visto.. ho visto un sacco di spaghetti cacio e pepe, baccalà fritto e frittini vari a volontà! ...cmq la mattina dopo stavo benissimo e venendo da 3 settimane di non corsa tirai fino al km 19 a 3.45 di media ...poi svanito l'effetto Oki la gamba sui sanpietrini vaticani è tornanta a rompere le scatoline :(

      Elimina
    10. Ragazzi, probabilmente mi sto confondendo io su Pizzolato, sara` stata un'altra volta ;-)

      Elimina
    11. albe,
      forse quella volta non c'era uscuru e le sue grappe, per fortuna... bisogna mettere posti di blocco e sparargli quando ancora sta fuori dal quartiere testaccio :)
      cacio e pepe è un rituale SACRO.

      Elimina
    12. Vado a memoria...Tu, io, Marchino Yogi, Giancarlo RB, Master, Er moro, Max, Nino, Luca? (di Milano mi pare) e accompagnatori vari ...Uscuru no ...me ne sarei ricordato! ..cmq un piacevole ricordo di una bella serata! Forse quest'anno torno ...forse!

      Elimina
    13. tra fine aprile e maggio mi trovi.

      Elimina
  7. Ronnie'4 breakfast
    Leftovers from dinner
    OR
    Eggs n juice n fruit
    OR
    Yogurt with cereals (like 400 g yogurt and 40g cereals)

    RispondiElimina
  8. Argomento molto interessante che estenderei all'alimentazione dell'intera giornata in correlazione al fabbisogno calorico giornaliero...Penso che molti podisti raggiungano a mala pena la metà di quello che serva e al resto ci pensa l'organismo in proprio facendo danni ...sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ne parleremo... con calma... se no fra un anno che scrivo???

      Elimina
    2. Ok allora metto la mia colazione della mattina...
      Ore 6.45: Una tazza di acqua calda con limone
      Ore 7: Alterno latte di soia o di riso a the o tisana, una fetta di pane di farro da pagnotta da 1,4kg fatta in casa da me con Melata e un pò di Yogurt Intero
      Ore 10: Una fetta di pane con marmellata con zuccheri della frutta, frutta secca Mandorle o Noci, una banana e un caffè poco dolcificato con fruttosio o zucchero di canna integrale
      Ore 12.30: Allenamento
      Durante la mattinata al lavoro bevo mezzo litro di acqua tiepida

      Elimina
    3. a che servono ste acque calde/tiepide?

      Elimina
    4. grilloparlante9 gennaio 2015 22:26

      Come la purga...

      Elimina
    5. La mattina a digiuno limone è un vizio di famiglia la mia mamma dice che fa bene... Il 1/2 litro in mattinata e un'altro 1/2 nel pomeriggio serve per combattere la distrazione... Tiepida la bevo meglio

      Elimina
    6. Distrazione... Disidratazione

      Elimina
  9. Risposte
    1. of gnocc?
      prima o poi devo fare un post su sesso e corsa...

      Elimina
  10. io solo tazza di caffelatte, se mangio roba solida rischio di vomitare. Faccio colazione come si deve solo quando sono in vacanza che me la posso prendere comoda.
    Se mi alleno al mattino esco a digiuno.

    RispondiElimina
  11. La colazione la faccio sempre dopo la corsa. Esco sempre a stomaco vuoto, anche per le uscite più lunghe, fatta eccezione per i lunghi over 30 km.

    Di base faccio colazione con fette biscottate e miele di melata o marmellata, un pompelmo rosa, banana o kiwy, noci e/o mandorle. Alle volte prendo una tazza di latte ps con i cereali o, se c'è, la ricotta fresca assieme alla marmellata.

    Nino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a volte uso la ricotta al posto del formaggio/prosciutto.

      Elimina
  12. grilloparlante9 gennaio 2015 22:28

    Ma i keniani non prendevano bibbbitone di the+latte post corsa e pre colazione?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello è normale... ma canova dice anche che si fanno 200g di zucchero a cucchiaiate... 800 calorie "aggratise"

      Elimina
    2. Eggià! ...Ma quanti km fanno? ...Quante calorie bruciano?

      Elimina
  13. @FabioG: io non mi arrabbio, hai usato il maschile "I" milanesi, io mi annovero tra "LE" milanesi, e non parlo delle fettine panate :-)
    @Corsa': da quando faccio esercizi e una colazione ricca come mi suggeristi tu (caffelatte, yogurt, frutta, frutta secca) sto meglio, più forte, meno secca :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Tita voi Donne avete una marcia in piu`...Chapeau! ;-)

      Elimina
    2. le fettine panate so bbone... :))

      Elimina
    3. Eeehhh... già... le MILANESI sono più prelibate delle altre FETTINE, perché hanno pure l'osso :-D

      Elimina
    4. io adoro rosicchiare proprio le parti piu` vicine all'osso ;-)

      Elimina
    5. Eh, eh, eh...
      Ma...
      "... negli anni duemila
      non cado nella fonte
      le ossa sono cambiate
      l’acqua della Marrana
      non è una nuova fontana
      scontrata quando erano molto più sottili..."
      Anche le ossa cambiano, eh, eh, eh...

      Elimina
    6. tita e fabio,
      ma lo sapete che vi siete conosciuti live?

      Elimina
    7. Sì, lo so :-)
      Tu (Fabio) stavi correndo :-)

      Elimina
    8. Questo è uno dei difetti della corsa: mentre si corre è difficile fare altro...;-)
      Forse però ho capito: stadio delle terme di Caracalla a Roma? Voi (Tita e corsaro) sorseggiavate un buon rosso di Montepulciano mentre io sudavo in pista? Ricordo una bella, magra e sorridente signorina con gli occhi vispi...

      Elimina
    9. erroraccio imperdonabile! era sagrantino di montefalco... in giro per roma con la bottiglia nello zainetto... manco i rumeni arrivano a tali vertici di genialità!!!

      Elimina
    10. @FabioG: nell'elenco manca ALTA :-D. Scherzi a parte, sei gentile :-)
      @Corsaro: io ti chiesi di tirarla fuori al ristorante mentre mangiavamo cacio e pepe. Manco
      tu hai potuto arrivare a tanto:-D

      Elimina
  14. Mi auto-cito:

    "... Poi bisogna sempre pensare che ogni individuo ha esigenze diverse: c’è chi si allena appena sveglio, chi a metà giornata, chi la sera, chi due volte al giorno. Chi lavora tutto il giorno con una piccola pausa pranzo, chi con un’ampia pausa pranzo, chi solo al mattino o solo al pomeriggio, chi solo la sera, chi di notte o (la situazione peggiore) chi lavora a turni, con orari sempre diversi. Ovviamente c’è anche chi non lavora (beato lui, se lo fa per scelta e non ne ha bisogno!). Come si fa quindi a dare una soluzione che sia la migliore per tutti? Pura utopia!...".

    Detto questo, anche qui se ne sentono di tutti i colori, e via di falsi-miti:
    http://therunningpitt.com/2014/03/nutrizione-sportiva-e-falsi-miti.html
    http://therunningpitt.com/2014/10/nutrizione-sportiva-e-falsi-miti-2.html

    Per il "sondaggio": corro sempre e solo al mattino circa un'ora dopo la sveglia. Appena sveglio acqua e caffè (tanto) senza zucchero. Se proprio mi sento "spossato" (raramente) ed è prevista una seduta di qualità, un po' di sciroppo d'agave o simili. Finita la corsa, dipende: passo da frutta fresca, frutta secca, uova, fiocchi d'avena e yogurt bianco intero a solo uova e frutta secca, solo yogurt bianco intero e frutta secca... a saltare la colazione e passare direttamente al pranzo. Dipende dal periodo, dagli obiettivi, dagli allenamenti del/dei giorno/i dopo... insomma la flessibilità è tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo secondo me...Io in genere mangio più al mattino perchè mi alleno in pausa pranzo e poi mi regolo anche in base al tipo di allenamento previsto. Inoltre se sono in preparazione dei una maratona spesso volutamente mangio pochissimo per allenare il metabolico ...ma solo se faccio corsa lenta e non lunghissima

      Elimina
    2. Esatto, troppe differenze per dare delle regole assolute. Il tutto va adattato alle proprie abitudini e preferenze, anche il discorso psicologico è importante. Farsi "violenza" per esempio per mangiare poco, spesso porta nel tempo a effetti deleteri, col risultato opposto...

      Elimina
    3. bravo, questo del "farsi violenza" è fondamentale. ne parlavo anni fa su un forum di velocisti forzuti, loro aborrono i carbo... ma li adorano, e per mangiarne pochi si fanno violenza. i dicevo loro "guarda che se il corpo si sente violentato da quello che la mente gli impone, è capace che ti manda un "pizzino" (l'infortunio)"... dopo qualche settimana... STRACK! tendinite.
      senza contare quanto ingrassano quando stanno in "off season"...
      poi vedi bolt che se magna 2kg al giorno di bocconcini di pollo fritto industrializzato... e allora ti fai delle domande su tutte ste fisse alimentari (tapascioniche) sugli effetti miracolosi dell'alga della kamchatka :))

      Elimina
    4. pitt,
      circa i link che hai messo, concordo su quasi tutto. però 2 precisazioni:
      1) sul discorso "Per dimagrire bisogna allenarsi a bassa intensità" non hai parlato dell'effetto EPOC (vedi mio post passato)
      2) sul discorso "Se poi la gara è particolarmente corta, è addirittura controproducente partire a scorte piene", non concordo: ho letto vari studi secondo i quali anche un piccolo calo delle scorte (di carbo) causa cali nella prestazione.
      e infatti i velocisti americani e caraibici, le cui sedute sono lunghe, integrano carbo di continuo durante le sedute.

      Elimina
    5. 1) Giusto, però il discorso ruotava più che altro sullo smontare la cosiddetta "fascia lipolitica". Se poi voglio ottimizzare il dimagrimento, è da anni che si sa che il metodo HIIT funziona meglio, soprattutto per gli effetti post seduta;
      2) Scorte di glicogeno epatico e muscolare = acqua in più = peso in più. In alcune discipline dove il peso comunque conta, meglio essere un po' più leggeri e sentirsi meno "legati" (hai presente la sensazione di corsa a inizio maratona?). Pensa a come fanno i ciclisti per le crono molto corte...

      Elimina
    6. il punto 2 è da indagare meglio...

      Elimina
  15. se mi alleno al mattino presto nulla, se mi alleno a metà mattina 150 gr di yogurt greco e due frutti, se mi alleno al pomeriggio allora colazione a base di uova o tonno o affettato magro e due/tre frutti, colazione dopo allenamento a base di yogurt tanta frutta e uvetta/datteri, la frutta secca tanta ma negli spuntini

    RispondiElimina
  16. comunque... ieri a pranzo pasta monopiatto, circa 170g, sugo con 100g (solo per me) di salsiccia, olive nere e capperi... e vaiiii !!!

    RispondiElimina
  17. Pussy rulez.

    Detto ciò concordo con il Pitt e con "Don Corsaro".
    Io non mangio a quantità ma a sazietà, i 150gr di riso o altro sono nella norma.
    Se digiuno pre work mangio una manciata di uvetta e acqua, al rientro carboload senza lasciare le pro.
    Vario da pancakes, smooothie (big size) porridge, uova, fiocchi di cereali vari e una bevanda che sia tè, bevande vegetali.
    Tutto dipende dal periodo, lavoro etc.
    Con la corsa raramente, ma dopo i lunghi al rientro bevo un frullato di banane e proteine con acero/miele etc nei periodi di lunghi allenamenti.
    La mattina si mangia a sazietà senza
    guardare la quantità ;)
    Sono come il corsaro o mangio o perdo peso.
    Combo breakfast power!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow, m'è piaciuto lo slogan!
      fondiamo una nuova religione alimentare, invadiamo il web di siti scientificissimi che fanno 30.000 visite e facciamo un pacco di soldi di pubblicità :)

      Elimina
    2. Più che un discorso legato alla colazione, io ne farei uno sul pasto post-allenamento. Ovvio, per chi corre al mattino appena sveglio, coincide con la colazione...

      Elimina
  18. Guerra ai numeri Corsaro si.... Ma a chi prende per oro colato il kossovaro italiano di turno ;)

    (Nazioni citate a caso)

    Oh mettiamo la ® o "ci fanno i via" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. we'll be the kossovarian generation of the future!!!

      Elimina
  19. Il post work può sostituire una prima colazione. Un frullato "fatto bene" e al bisogno uno snack prima del pranzo è una delle tante per recuperare bene e nutrirmi.
    Proteine fondamentali nel pw? Io le uso e trovo benefici nel recupero, se ne legge di ogni l'importante è trovare la propio ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proteine pw... natural o integratori?

      Elimina
  20. Da questo anno natural ma in passato usavo le classiche whey.
    Hanno meno valore biologico, vero, ma sono riuscito a compensare con un mix di pro natural.
    Se la corsa é fl-bassahr non le uso, solo su distanze e lavori di qualità.

    Unico integratore usato è il magnesio supremo.

    Aspetto un tuo post su questi argomenti, e se non ricordo male non sei a favore degli integratori o almeno non sempre, sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mai usati e non è materia su cui indago. ma se uno è abituato e vede che ne beneficia, non glieli vieto... non so se magari per vegetariani possano essere particolarmente utili...

      Elimina
  21. Io esco a correre alle 6, in genere a digiuno, talvolta con un caffè o un paio di bicchieri d'acqua (fredda!) se ne sento il bisogno. Al rientro, caffè doppio, frutta secca (noci e semi di lino non mancano mai), yogurt intero e una/due fette biscottate con marmellata fatta in casa. Bevo molto durante il resto della mattinata e a pranzo, nel pomeriggio in genere il flusso idraulico va in senso inverso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "flusso idraulico" l'ho particolarmente apprezzata, ihih!
      io prima di correre qualcosa di solido-carboidratico la devo ingerire, se no dopo un'oretta di seduta ho capogiri da ipoglicemia nel caso di sedute intense.

      Elimina
  22. Ho fatto per anni colazione con una tazza di latte e pochi biscotti. Da quando ho conosciuto mia moglie però ho cambiato tipologia. Mia moglie (che guarda caso è brasiliana) era abituata a mangiare pane e formaggio, così adesso oltre il cappuccio mangio toast con formaggio e mortadella e fette di pane tostato con burro. A volte anche grana padano. Quasi sempre c'è poi dolce fatto in casa. Se vado a correre in pausa pranzo una colazione del genere mi aiuta a passare indenne la seduta di allenamento e di arrivare a sera anche se mangio pochissimo o niente. Se invece vado a correre appena alzato prima della corsa prendo un caffè lungo altrimenti "restituisco" tutto. Se devo fare fondo lento invece riesco a fare una colazione quasi normale senza problemi.
    Io la vedo così, è una questione di abitudine e come molte cose molto soggettiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tua moglie è di che zona del brasile?

      Elimina
  23. thè verde, caffe, spremuta, biscotti secchi, muesli, cereali, fette biscottate, gallette di riso, marmellata senza zuccheri aggiunti, frutta secca o oleosa, nutella (ihihhi), nelle sedute lunghe mi faccio di solito toast con bresaola e formaggio, oppure pane e ricotta di mucca. Questi sono tutti gli ingredienti girare x le mie colazioni. Il mio allenamento è spesso la sera dopo lavoro. Gio.

    RispondiElimina
  24. gio,
    non ti fai mancare niente eh!

    RispondiElimina
  25. Ma nessuno ha nominato il burro di arachidi, o "peanut butter" come dicono gli ammericani (e gli australiani)? Secondo me e' un alimento eccellente, e io ho perfino il coraggio di aggiungerlo al pane e marmellata al mattino - non e' male, ed e' un ottimo complemento proteico (anche se non facilissimo da digerire, se preso in dosi generose, principio che comunque si applica a tutti gli alimenti)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qua in bras si usa il burro normale.
      di arachidi ne usiamo abbastanza, come snack che accompagna la birra pomeridiana (e siamo in zona!) o, in alcune regioni del paese, per fare piatti tipici "africani", come il "vatapà" di bahia.

      Elimina
    2. Domani provo birra e arachidi a colazione, poi ti faccio sapere come' andata :)

      Elimina
    3. mettici pure un po' di bacon fritto, ahah!

      Elimina
  26. Mi faccio i burro d'arachidi in casa è molto più saporito di quello da market. Con la mela o nel porridge è imbattibile, spalmato sui pancake, fetta di pane con la marmellata è la morte sua. Io lo mangio anche come snack pre nanna ma se provate quello di mandorle diventate "tossici" e sarà dura farne a meno.

    RispondiElimina
  27. Ciao,
    Appena mi alzo, alle 5.50,1 caffè con un cucchiaino di zucchero ( unico della giornata che devo prendere zuccherato gli altri 4 tutti amari non per dieta o scelta ma per gusto)


    Pratiche ad orario

    Colazione:
    - 3 fette di pane tostate multi cereali
    - Marmellata e miele
    - 1/2 bicchiere di latte
    - frutta secca(non sempre)
    - frutta

    Alle 06.30 parto da casali reazione lavoro alle 07.30 circa sono a lavoro alle 08.00 secondo caffè della giornata con colleghi.

    09.30/10 fetta di crostata fatta in casa con farine multi cereali e terzo caffè

    Pranzo e quarto caffè

    Spuntino

    Cena con in più abbondante frutta

    Non uso integratori di nessun genere...corsaro, e utile quella bevanda che ti prepari?
    P.S. sono un mezzofondista diventato master da pochi mesi, e la colazione è uguale anche prima di una gara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maro´... se io bevo 5 caffé non dormo na settimana...:)
      quella bevanda a me é utilissima, mi permette di restaurare subito il glicogeno e di fermare pericolosi processi catabolici.

      Elimina
    2. Capisco. Senti invece come recovery meal ideale x te quale sarebbe? P.s. Sono sempre nrzioleo

      Elimina
    3. dipende dalla quantità di elementi che hai speso nel workout.

      Elimina
    4. Non è che posso fare o far fare un'analisi del sangue al termine del word out...parliamo genericamente di post seduta di fondo è di post seduta lavori lattacida o aerobica

      Elimina
    5. intendevo "elementi nutritivi"!
      se è una seduta in cui hai speso più carbo recuperi carbo.
      se una seduta di forza, più proteine.
      se un lungo x maratona, entrambi.
      grosso modo eh...

      Elimina