lunedì 16 novembre 2015

Record mondiali femminili: questione di gender?


   Che brutta parola "gender"... mi ricorda "gendarmi", ahahah!

   Analizzando le gesta della Dibaba nel precedente post mi sono venute delle riflessioni.
   Pare che negli scarti in termini di secondi/km fra i World Records maschili dai 200m in su, viga una "legge del 10": al raddoppiare la distanza gli scarti sono di circa 10"/km, con due eccezioni, 400-800m (molto più alto) e 5000-10000 (più basso).

   Applicando gli stessi scarti alle donne, molti WR femminili risultano anacronistici, dovrebbero essere migliori (tranne quello in maratona della Radcliffe).
   1'53 sugli 800 dovrebbe corrispondere a 3'45 sui 1500 (tempo alla portata della Dibaba), ma allora quello dei 3000 dovrebbe essere 8'00 invece che 8'06. Sui 5000 dovremmo avere 13'45 invece di 14'11. E sui 10000 28'30 invece di 29'31.
   Volendo calcolare in percentuale, tra i wr maschili e femminili c'è una differenza del:

100m: 9.49%
200m: 11.20%
400: 10.23%
800: 12.25%
1500: 11.68%
5000. 12.38%
10000: 12.31%
21km: 11.59%
42km: 10.14%

   Quindi le percentuali confermano il dato precedente basato sugli scarti: dagli 800 alla mezza maratona le donne sono in ritardo. Perchè?

- E' un fattore naturale? Ma allora perchè non lo è nella velocità?
- Dipende dal fatto che le specialità del mezzofondo e fondo femminile fanno parte dei programmi internazionali da poco tempo (i 5000 dal 1996, i 10000 dal 1988, la maratona dal 1984)?
- Dipende dal fatto che culturalmente consideriamo ancora le donne degli esserini deboli e delicati? Tanto che, oltre a non mandarle a spaccare pietre nelle miniere di molibdeno del Niger, le prove multiple hanno solo 7 gare di cui la più lunga sono gli 800m (invece che i 1500m dei maschi)...

   Ma, studiando decine e decine di tabelle, io direi che questa discrepanza esiste perchè assurdamente ancora si continua a far fare alle donne chilometraggi inferiori che agli uomini. Probabilmente anche perchè spesso i volumi di lavoro sono determinati a tempo e non a distanza, e siccome le donne sono più lente degli uomini, fanno meno chilometri... della serie che se in 1h30' a 3'45 fai 24km, a 4'15 ne fai 21.

   Però, catzum, uno si allena per i 10000 METRI e non per i 30 MINUTI...



10 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho 2 studi scientifici sulla radcliffe scritti dal suo fisiologo (prima o poi ci farò qualche articolo).
      a 18 anni correva 30 miglia settimanali... ma a 30 anni, in piena preparazione maratona, si teneva tra 120 e 160 miglia (256km !!!).
      faceva dei "tempo" a 3'08 e varie "steady" a 3'20-3'40... più ripetute. più pesi e core.
      ma non ho tabelle precise tranne sta foto riferentesi a un microciclo di 130-140 miglia:

      http://www.theguardian.com/lifeandstyle/2009/jan/10/paula-radcliffe-training-diary

      Elimina
  2. Chissà se in futuro ci sarà il record transgender...
    A sostegno di quanto dici, ricordo di aver letto che la Radcliff faceva volumi altissimi (e anche molta intensità).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo la mia esperienza bisogna sempre verificare (tabelle nero su bianco) le affermazioni generiche delle parti in causa.
      c'è una vergogna a dire che in allenamento a volte si va piano!
      e così ho fatto 2 calcoli basandomi sulla foto del diario della radcliffe.
      - considerando 135 miglia (216km)
      - ipotizzando 39km di lungo a 3'28
      abbiamo 101km nelle 4 sedute con chilometraggio definito.
      dividendo i restanti 115km per le 7h20' di sedute lente a chilometraggio incognito, abbiamo che nei normali lenti andava in media a 15.6km/h.
      quindi 3'50/km.
      che è molto diverso dal 3'20-3'40 delle "dicerie"!!!
      al corsaro non lo frega nessuno :))

      Elimina
    2. anch ipotizzando 37km di lungo (a 3'39... non credo facesse il lungo più lento delle cl recovery!) le nornali cl escono a 3'46.

      Elimina
    3. Corsaro, do you believe Dibaba is not getting the necessary volume to reach her athletic potential? Also what is the upper volume level for a international athlete like Dibaba? To be clear if a male use roughly 14 to 21 total hours ,should a female pass that Mark to achieve same mileage? Thank you

      Elimina
    4. Corsaro, do you believe Dibaba is not getting the necessary volume to reach her athletic potential? Also what is the upper volume level for a international athlete like Dibaba? To be clear if a male use roughly 14 to 21 total hours ,should a female pass that Mark to achieve same mileage? Thank you

      Elimina
    5. I dont'know her training plans, so I can only suppose a lack in total volume or in some workouts to perform optimally in 3000-5000.
      to determine an upper volume is impossible.
      I think isn't impossible for a woman to hold a 5-10% bigger volume than a man, in terms of duration.
      for example, valeria straneo often run over 200km/week and certainly in a bigger time than a male marathoner.

      Elimina
  3. Mettiamoci pure che ci sono molte meno donne che corrono rispetto agli uomini
    Cmq 8'06 nei 3000 secondo me è equivalente ai 2h15 nella maratona
    La radcliffe faceva anche 5000 certo non come la maratona ma lungi dal pensare di avvicinare i 14'00

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io credo che negli anni migliori non abbia finalizzato 5000 e 10000 perchè già finalizzava la maratona. ad esempio il PB sui 10000 di 30'01 fu ottenuto agli europei... se lo avesse puntato in un meeting con un paio di lepri avrebbe fatto molto meglio.

      Elimina