giovedì 5 maggio 2016

Doping: la soluzione finale.


   Ve lo ricordate "The blues brothers"? C'erano i terribili "nazisti dell'Illinois"... oggi sono stati sostituiti dai "NAZISTI DELL'ADRIATICO", per carità, appoggiati anche dai nazisti dello Ionio, del Tirreno, dei canali di Sicilia e di Sardegna, dei laghi morenici prealpini...

   Il discorso è che le "soluzioni finali", le pene eterne e irrevocabili mi hanno sempre fatto venire in mente BAFFETTO e i suoi seguaci.

   Ma voi avete mai visto un reo di evasione fiscale cui viene vietato per sempre di esercitare la sua attività economica? Avete mai visto un reo di parcheggio in doppia fila cui viene tolta la patente per sempre? VOI (o i vostri cari) siete esseri perfettissimi che mai hanno violato qualche regola? Attenti nazi, che il vostro amore per l'iper-repressione potrebbe rivoltarvisi contro...

   Io penso che sti nazisti dei sette mari dovrebbero CURARSI, dovrebbero indagare psichiatricamente da dove viene tutta sta violenza repressa che hanno in corpo e che si scatena vigliaccamente sul CAPRO ESPIATORIO di turno, sull'anello debole della catena, sull'unico "fesso" beccato e che ha pagato. Molti antropologi e psicoanalisti hanno affrontato il tema del sacrificio del capro espiatorio, una bella invenzione per concentrare su un unico obiettivo il "male" che è dentro di noi, condannarlo, colpirlo... così da mostrare quanto siamo puri e lindi e ricevere applausi... peccato che spesso il boia diventi peggio del criminale.

   Cari giustizialisti: mi fate SCHIFO.

   Ma bravi! Vietiamo a vita l'attività a tutti quelli che hanno commesso un'infrazione nell'esercizio della loro professione, chi manderà avanti la baracca? Torniamo all'età della pietra? TESTE DI CAZZO!!!

   Non avete pensato a quanto bene possa fare per la lotta al doping l'esempio di un "compagno che ha sbagliato" che ora dimostra di poter ottenere risultati uguali o migliori di prima da pulito? E non vi chiedete nulla sui 68 implicati nella vicenda "whereabouts" tutti assolti? Di cui 32 saltarono i controlli tre o più volte (il che prevederebbe la squalifica automatica per due anni)? E non vi chiedete come mai master dopati continuano a essere beccati, al contrario degli atleti elite che sembrano per incanto essere diventati tutti puri e lindi?

   Insomma, nazisti dei sette mari... keep calm, fatevi i cazzi vostri e sempre FORZA ALEX!!!








32 commenti:

  1. Bravo! Ottime parole, ottimo esempio....condivido a pieno!!! E soprattutto forza Alex!

    RispondiElimina
  2. Per me non esiste garantismo e giustizialismo. Esistono leggi che vanno applicate con relative pene, pene naturalmente proporzionate al reato commesso. Altrimenti si torna all'età della pietra per il motivo opposto, come quei personaggi dell'est che dicevano andiamo a rubare in italia perchè tanto lì è il paese del bengodi. NON bene.
    Lato sportivo son completamente d'accordo e forza Alex! E bellissima la foto (la strana coppia :-) )
    Zedemel

    RispondiElimina
  3. ...dovrebbero indagare psichiatricamente da dove viene tutta sta violenza repressa...
    Parole sante

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Finalmente. Condivido tutto il post.
    Su tutta la stampa, pagine su pagine di opinioni contrarie al rientro di Schwazer... perché? Perchè l'ha detto Tizio (Tamberi) o Caio (Straneo). Il loro pensiero è rispettabile, la loro è una posizione differente da quella comune. E allora vai con il facile e veloce giustizialismo e riflessione = ZERO.
    Rieducare uno sportivo caduto nel doping non è una brutta cosa ma forse è difficile da accettare per un atleta che veste la maglia azzurra ed è stato sempre pulito.
    Comunque Forza Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e siamo sicuri che togliere la milza non fu un vantaggio? in fondo da lì diventò quella che è
      Zedemel

      Elimina
    2. mah, io se sono a posto con la coscienza mi faccio gli affari miei e non m'incazzo così...

      Elimina
  6. Sul tema doping voglio provare a lanciare una grande provocazione:
    perchè non liberalizzarlo a livello di sport agonistico?
    Di seguito alcuni spunti di riflessione:
    Il doping è un concetto relativo: alcune sostanze o pratiche dopanti (vedi autoemotrasfusione) sono doping oggi, non lo erano ieri o viceversa.
    In alcuni sport di endurance il doping è la regola, non l'eccezione. Prendiamo il ciclismo: considerando 45 edizioni del Tour de France (1968-2012) i vincitori di 38 edizioni sono stati trovati positivi almeno una volta al test antidoping. In percentuale l’84,4% ha barato. (guardatevi questo studio http://www.cyclisme-dopage.com/chiffres/tdf-vraischiffres.htm).
    Chi si dopa lo fa sempre consapevolmente: sceglie di barare e lo fa anche se questo comporta seri rischi per la sua salute.
    Vogliamo essere coerenti con la suddetta realtà? Stop all'antidoping, vale tutto come nel culturismo. Che vinca il migliore e/o meglio dopato (un po' come già avviene)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è il mio pensiero ma non è un pensiero privo di razionalità, e non sei il solo a proporre questa provocazione.

      Elimina
    2. Edoardo EastLondoner6 maggio 2016 17:22

      Sul tema, consiglio questa lettura: http://bjsm.bmj.com/content/38/6/666.full.pdf+html

      Elimina
  7. comunque regà, la cosa TRAGICA è che (come previsto) appena faccio un post sul doping, quindi totalmente inutile, mi RADDOPPIANO LE VISITE rispetto ai post tecnici utilissimi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Correre è fatica, mentre il gossip tira sempre ;-)
      Zedemel

      Elimina
    2. allora aggiungiamo anche la Federazione Gossipetica... alla gente interessa tutto MENO quello che dovrebbe essere l'obiettivo... e non solo in atletica.

      Elimina
    3. Edoardo EastLondoner6 maggio 2016 17:24

      Visite raddoppiate nonostante questa volta non ci siano foto di culi!

      Elimina
    4. ecco... mi hai rammentato che sono diventato troppo morigerato :)

      Elimina
  8. Le visite raddoppiano anche per un altro motivo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ultim'ora: 1/3 delle visite degli ultimi 2 giorni viene dalla russia... hello fratelli russi! W i brics e abbasso la nato :)

      Elimina
  9. Alberto Contador fu squalificato per 2 anni per doping. Poi è tornato, e ha vinto alla grande
    https://it.wikipedia.org/wiki/Caso_Contador

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Filippo, ma se lo ribeccassero positivo ti verrebbe qualche dubbio sulle vittorie "da pulito"?

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  10. Quoto appieno quello che dici ed anch'io sostengo, non da oggi, ma da almeno 30 anni (mi ricordo certe discussioni con mio padre giustizialista) che, è più criminale il giustizialista che propone, o peggio attua, punizioni superiori alla gravità del reato, rispetto a chi commette il reato, cioè la punizione non deve andare al di là del danno che un individuo compie! Tornando a Scwazer, ha pagato con gli interessi di usuraio il doping ed è sacrosanto che torni a gareggiare alle olimpiadi!!

    RispondiElimina
  11. Corsaro accetta questa stretta di mano virtuale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con grande piacere!
      non scrivi più sul blog? come vanno le corse?

      Elimina
    2. Non ho più scritti ma scriverò. Le cose non vanno benissimo. Ho fatto la doppietta. 2 infortuni in serie..PEM-PEM uno dietro l'altro. Provo a ripigliarmi

      Elimina
  12. Facebook non mi permette di condividere il link. ...che hai combinato :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. boh! non ho FB, non so come funziona.

      Elimina